top of page

#Barocco Sacro in Diocesi di Tortona
Nato all'interno dei progetti di valorizzazione congiunti promossi dalla Consulta Ecclesiastica per i Beni Culturali del Piemonte e della Valle d'Aosta e realizzato grazie ai contributi dell'8x1000 della CEI, il Barocco Sacro in Diocesi di Tortona oggi si racconta attraverso una mostra temporanea in museo e 5 video/tour.
Per maggiori info: urly.it/39xsz
Seguici sui social
#muditortona #baroccosacro

RESTITUZIONI DALLE GRANDI MOSTRE
12 settembre - 31 dicembre 2021
Da Silvano Pietra a Milano. Da Sarezzano a Torino

Nel 2021 importanti opere provenienti da due parrocchie della nostra Diocesi sono state esposte nelle mostre organizzate da grandi Musei, Palazzo Reale di Milano e Palazzo Madama di Torino.
La parrocchiale di Silvano Pietra ha prestato la pala d'altare di Lucrezia Quistelli, che è stata esposta a Palazzo Reale di Milano nella mostra Signore dell'Arte: storie di donne tra '500 e '600.
La parrocchia dei Santi Ruffino e Venanzio di Sarezzano ha invece prestato due inediti busti reliquiario per la mostra Ritratti d'oro e d'argento. Reliquiari medievali in Piemonte, Valle d'Aosta, Svizzera e Savoia allestita negli spazi di Palazzo Madama a Torino.
Prima del loro ritorno nelle parrocchie d'appartenenza, in accordo con i parroci, l'Ufficio Beni Culturali diocesano ha promosso la mostra temporanea "Restituzioni dalle grandi mostre. Da Silvano Pietra a Milano, da Sarezzano a Torino". 

 

MOSTRA DIFFUSA
Storia di una comunità. I Gesuiti a Castelnuovo Scrivia
1 luglio - 26 settembre 2021 
      

L'Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tortona, per valorizzare il patrimonio del Polo Culturale Diocesano (Museo, Archivio, Biblioteca: MAB), dal 1 luglio 2021 ha promosso la mostra diffusa “Storia di una comunità. I Gesuiti di Castelnuovo Scrivia”, due i luoghi espositivi: il Museo Diocesano di Tortona e la Chiesa di Sant’Ignazio a Castelnuovo Scrivia.
Protagonista della mostra temporanea è stata la storia della comunità dei Gesuiti che si stabilì a Castelnuovo Scrivia nel sec. XVII, dando vita a un importante istituto scolastico, il Collegio, dotato di un ricco fondo bibliografico, in parte confluito nella Biblioteca del Seminario di Tortona. 

 

locandina MOSTRA Rocchetta L.jpg

Mostra Museo d'Arte Sacra a Rocchetta Ligure (Palazzo Spinola)
Dal 6 giugno riapre il Museo d'Arte Sacra di Rocchetta Ligure con una piccola mostra dedicata agli argenti provenienti dalla Valle Curone e ad alcuni oggetti recentemente restaurati grazie ai contributi della CEI provenienti dall'8x1000.

Piero Leddi. Crocefisso Locandina.jpg

LA CROCEFISSIONE.
Nel cuore del mistero
9 aprile-25 settembre 2022

 

In occasione della Pasqua 2022 il Museo Diocesano di Tortona, in collaborazione con l'Associazione che cura il lascito artistico di Piero Leddi, pittore originario di San Sebastiano Curone, organizza una mostra sul grande tema della Crocefissione.

La mostra verrà inaugurata venerdì 8 aprile, alle ore 18 , nei locali Museo Diocesano di Tortona e sarà visitabile sino al 24 luglio.
Centro dell'esposizione un'opera di Leddi, il trittico della Crocefissione realizzato nei primi anni Ottanta per la chiesa di San Vittore di Voghera su richiesta di don Piero Romersi, desideroso di arricchire con opere d'arte l'edificio sacro fondato nel 1968.
Nella progettazione dell'immagine Leddi si confrontò con gli aspetti più complessi e variamente risolti nella tradizione pittorica. Come attestano i registri di lavoro, avviò una ricerca e la soluzione finale fu quella di tre tele. Accanto alla figura centrale di Cristo, presero forma un giovanissimo San Giovanni e un altro giovane prossimo al martirio, San Sebastiano, scelto dall'artista come soggetto in ricordo del suo paese nativo.
ll trittico collocato da un quarantennio nella chiesa di Voghera è ora riproposto insieme con un nucleo di disegni di Leddi sul tema. Nelle celebrazioni delle festività pasquali 2022 si inserisce questa iniziativa che dà modo di rivisitare una pagina meno nota quanto molto significativa dell'attività dell'artista sansebastianese e insieme ricordare don Romersi e il suo impegno per dotare di immagini moderne la chiesa affidata alle sue cure.
La mostra comprende anche un Crocefisso ligneo del Seicento, che Leddi conservava nel suo studio di Milano. La scultura, che il Museo ha accettato di ricevere in deposito dall'Archivio Piero Leddi, viene presentata al pubblico per la prima volta. Sarà esposto anche un volume che fa parte della biblioteca dell'artista, appassionato bibliofilo. Si tratta del De Cruce di Giusto Lipsio, trattato storico-letterario sul supplizio della croce dalle origini fino all'abolizione, in edizione secentesca di formato ridotto e con ampio apparato di tavole.             

Mostra aperta fino al 25 settembre con i seguenti orari:

giovedì e venerdì mattina su prenotazione

sabato e domenica 16,00-19,00

APERTURE SU RICHIESTA IN ALTRI GIORNI ED ORARI

bottom of page